Una Bella Personalità: Riflessioni sulla Capacità Relazionale

Una bella personalità

CONDIVI QUESTO ARTICOLO:

Ci facciamo l’idea, abitualmente, che il comportamento di una persona e tutte le azioni conseguenti derivino dalla sua personalità.

Per questo motivo, spesso ci sforziamo di configurare una vera e propria struttura della personalità in chi ci circonda, ricollegandone tutte le azioni e cercando di carpirne la dinamica… come se queste fossero effettivamente conseguenza di quella personalità, che ne è la causa.


Sei in macchina, o vuoi camminare mentre leggi? Ascolta la versione audio dell’articolo!

Assistiamo alle azioni, e disegniamo nella nostra mente un’immagine di qualcosa che in realtà non ha una reale consistenza e altro non è che l’ombra di quelle stesse azioni sul muro della nostra mente.

In realtà, la personalità di una persona è rilevabile esclusivamente dal suo modo di fare: per questo possiamo dire che personalità e comportamento sono strettamente legati! Non è infatti proprio dall’osservazione del comportamento di chi ci circonda, che siamo portati a dedurne una certa personalità?

Sarebbe dunque più corretto dire che la personalità non è altro che un luogo virtuale nel quale convergono tutti i comportamenti rilevabili della persona, mappati nella nostra mente.

E se a questa considerazione, aggiungiamo il fatto che, come ben insegnano le teorie strutturali, non esistono elementi (o personalità) di per sé, ma relazioni tra gli stessi… ne consegue che una personalità non è mai positiva o negativa in sé, ma nella relazione con un’altra può produrre aderenza per compatibilità o un attrito per incompatibilità.

Capacità relazionale

Se la personalità è dunque un derivato virtuale inferibile da comportamenti e non misurabile, è pur vero tuttavia che certi comportamenti nascono e si modificano a partire dal perimetro della personalità stessa, come se questa fosse il luogo dove si svolgono le valutazioni esistenziali conseguenti ai comportamenti adottati.

Atteggiamenti e comportamenti si ripetono e si stabilizzano per ragioni legate a credo e sistemi valoriali, portando il soggetto a comportarsi, in circostanze specifiche, in un certo modo.

Si elaborano conclusioni alla luce di criteri quali credenze, giudizi e pregiudizi, valori, ricordi, paure. Ogni comportamento che dovesse risultare funzionale nell’esperienza, tornerebbe a convalidarsi, delineando una tendenza; e la tendenza, ricorrendo e consolidandosi, configurerebbe progressivamente una personalità.

Ragazzi che giocano a basket

Il lessico a questo punto ci viene in soccorso:

Quando diciamo «soggetto» immaginiamo un testimone inqualificato connotato solo dalla funzione di agente-ricevente; e quando parliamo di «persone» immaginiamo probabilmente insiemi di esperienze, conoscenze, capacità; con «personalità» siamo portati a configurare atteggiamenti, modi di fare, pensare, reagire e parlare.

Immaginiamo così il soggetto come l’impersonale testimone che vive dentro la persona, la quale identifica il corpo dell’esperienza e della conoscenza; laddove la personalità sia invece una sorta di abito, un vestito che la persona indossa e che appare proprio perché maggiormente esposto.

Scopriamo dunque che la personalità è una sovrastruttura di relazione: ciascuno ha una personalità solo in relazione agli altri; e compatibilità o incompatibilità costituiscono il terreno del confronto che ne configura la struttura.

Possiamo a questo punto dichiarare che una personalità è tanto più ricca, quanto più genera e sperimenta compatibilità.

Non siamo portati infatti a dire di qualcuno che “ha una bella personalità” quanto più rileviamo, insieme ad altri aspetti, una spiccata capacità relazionale? 😉

Personalità e capacità relazionale

Ti interessa l’argomento? Continua la lettura! 📚

👉 La Comunicazione Interpersonale: una Rete Sociale

👉 Il Dialogo Interno: dalla Consapevolezza all’Interazione

👉 La Rete della Vita, perché ‘Altruismo è alla Base dell’Evoluzione

Vuoi iniziare il tuo percorso di miglioramento personale? 🚀

Se vuoi approfondire, imparare come ascoltare, elaborare ed esprimere correttamente il proprio pensiero, relazionarsi correttamente con gli altri e approfondire la scienza della socialità, dai un’occhiata ai nostri corsi di:

Altri corsi che potrebbero interessarti:

  • Comunicazione Efficace, per capire come comunicare per essere apprezzati ed efficaci
  • Public Speaking, gestione emotiva e tecniche di auto-programmazione psicologica per la strutturazione di un eloquio efficace!
  • Body Language e Comunicazione Non Verbale, per imparare a riconoscere e decodificare il codice più autentico proveniente dalle profonde intenzioni del parlante;
  • Comunicazione Interculturale, per acquisire le conoscenze e le capacità relazionali necessarie per stabilire rapporti positivi con le persone appartenenti a culture diverse.

✅ Per scoprire tutti i nostri percorsi formativi, clicca qui.

Condividi questo contenuto con i tuoi contatti

Se pensi che possa essere interessante per qualcuno, faglielo sapere!

Claudio Venuto

Claudio Venuto

Esperto di comunicazione, intelligenza motiva, automotivazione e miglioramento personale. Fondatore del progetto Realize Yourself®.

Formatore, Personal Coach, Trainer psicologico-filosofico. Autore, ricercatore.

seguici su facebook!

Ti può interessare:

Torna al Blog:

Scopri le nostre guide, tutti gli articoli, Q&A e test sulla personalità, i nostri consigli e le riflessioni formative!

Scopri i nostri servizi:

Coaching

Per scoprire il tuo potenziale individuale, definire e raggiungere progetti e obiettivi.

Corsi e Master

Tutti i moduli dei nostri percorsi formativi! Lezioni teoriche e pratiche, test e quiz.

Consulenze

La gestione dei rapporti interpersonali, delle situazioni problematiche... assistita!